L’immagine è una delle icone della vacanza simbolo del relax, che mescola i paradisi della natura con la godereccia bontà per il palato. Parliamo della grigliata in pozzetto in una serata all’ancora in rada. Un tempo era una rarità, quasi un azzardo, ora il barbecue o grill in barca è diventato uno degli accessori più diffusi e lo si può notare semplicemente buttando l’occhio sugli scafi alla fonda o all’ormeggio.

Ormai ci sono barche già progettate e messe in commercio con un apposito spazio “grigliata” in pozzetto, a significare che l’abitudine è ben più che consolidata, tra gli armatori di barche a vela o a motore. E non sono pochi quegli armatori che in vacanza ottimizzano la passione per la pesca, recuperandosi direttamente dal mare quanto necessario per una cena da incorniciare.

Se non vogliamo rinunciare a uno dei momenti conviviali più diffusi, abbiamo soltanto l’imbarazzo della scelta su cosa acquistare per la nostra barca. Possiamo spendere pochi euro per un barbecue usa e getta a carbonella, oppure investire qualche soldo in più per modelli in acciaio, comodi e sicuri, da fissare al pulpito di poppa con gli appositi supporti, facilmente smontabili per la pulizia o per la rimozione durante la navigazione se dovesse rendersi necessario. Il dilemma, semmai, è solo sulla tipologia di barbecue: carbonella o gas? Il primo, tradizionale, presuppone la necessità di avere braci ardenti per la cottura del cibo e, di conseguenza, serve un po’ di attenzione per evitare pericolosi spargimenti di tizzoni in giro, soprattutto nel caso ci sia un giro di vento imprevisto. Il secondo, al contrario, non può sfruttare la cottura a carbonella ma in compenso ha una praticità e comodità uniche perché collegato direttamente alla sua bombola di gas: nessuna faticosa (a volte) accensione della brace, nessun rischio di tizzoni alzati dal vento.

Ci sono molti modelli da campeggio utilizzabili allo scopo, e anche in questo caso con la doppia opzione tra carbonella e gas. Hanno il vantaggio di un costo molto basso, ma bisogna tener presente che la barca non è un luogo qualunque in cui accendere un fuoco e il fatto di doverlo fare su grill poggiati sui treppiedi in pozzetto non è una garanzia ottimale di sicurezza, a meno che non si abbia la certezza di condizioni meteomarine assolutamente perfette e di calma piatta, altrimenti basta un’onda alzata da un motoscafo per rischiare di crearvi non pochi problemi sia per la cena in arrivo, sia per la sicurezza di bordo.

È consigliabile infatti installare uno dei tanti modelli appositamente realizzati per la nautica, perché garantiscono un fissaggio ottimale sul pulpito e vi mettono al riparto da qualsiasi sorpresa anche grazie ai coperchi di protezione. Uno dei modelli di gran lunga più venduti proprio per le caratteristiche di comodità e sicurezza è senza dubbio il Barbecue/fornello a gas MAGMA Marine Kettle (osculati.com) ma c’è anche il suo gemello a carbonella: Barbecue a carbonella MAGMA (osculati.com).

Per i veri professionisti della grigliata c’è anche un modello che sfrutta la tecnologia a infrarossi per una cottura da chef come questo Barbecue MAGMA Catalina Infrared con tecnologia di grigliatura a raggi infrarossi (osculati.com), sempre con alimentazione a gas.

Insomma, non vi resta che scegliere e poi riempire la cambusa oppure gettare lenza e amo.

Stefano Sergi
Latest posts by Stefano Sergi (see all)